domenica 21 marzo 2010

la spezia liguria microspie tradimento: omicida tradito da una scarpa

Spyproject on line sede Toscana vendita e progettazione di sistemi di microspie, rilevatori, ambientali, microspie gsm, bonifiche, audio videosorveglianza, microregistratori e tutti i nostri prodotti possono essere realizzati a richiesta su misura alle vostre esigenze si realizzano telecamere occultate in qualsiasi tipo di oggetto e con diversi tipi di trasmissione dati e immagini visita il sito cliccando sulla barra del menù la categoria di interesse o contattaci per una richiesta un preventivo gratuito a info@spyproject.com oppure chiamando il 328 1566225

_________________________________ Notizia________________________________
 
E' stata l'impronta di una scarpa da tennis griffata che ha calpestato il sangue della vittima, uno degli elementi fondamentali che hanno portato la squadra mobile spezzina ad arrestare Jacopo Schiaffino, un giovane di 21 anni residente a Monterosso, senza precedenti penali, per l'omicidio, avvenuto con più di settanta coltellate, di Aparecida Perpetua da Silva, la prostituta di 40 anni trovata morta nella sua abitazione di via Monfalcone alla Spezia lunedì scorso. Dopo l'interrogatorio di sabato che in un primo momento aveva portato al rilascio del ragazzo, il pm Claudia Merlino ne ha invece convalidato il fermo. L'accusa è di omicidio e rapina aggravata. Ma c'è anche l'aggravante di sevizie perché Schiaffino, secondo gli inquirenti, avrebbe inferto oltre a quelle mortali pure coltellate superficiali con l'intenzione di prolungare ulteriormente l'agonia della vittima. Il giovane, cliente di Aparecida, ha infatti prima rapinato la donna colpendola poi con un pugno al volto che le ha provocato la frattura dello zigomo e quindi con 74 coltellate. La donna è probabilmente morta per dissanguamento. Il coltello usato per uccidere non è stato ancora ritrovato. I vestiti e le scarpe del fermato sono stati sottoposti a controlli scientifici e apparentemente combaciano con gli elementi rinvenuti sul luogo del delitto.
fonte primocanale

Nessun commento:

Posta un commento