lunedì 28 settembre 2015

Servizio le iene cellulare spia

foto google immagini
Servizio le Iene cellulare spia. Amici, state sicuri la vostra privacy è al sicuro,  nessun software spia può essere autoinstallante, se ci fate caso nel Servizio tv delle Iene ( il grande Matteo Viviani ),  l'installazione sul cellulare spia  è avvenuto a seguito e mediante una installazione da parte dell'utente che inconsapevolmente ha cliccato sull'sms spia ricevuto. Sempre nel Servizio Iene l'utente proprietario del cellulare ha cliccato sul sms spia che ha installato conseguentemente il servizio di software spia. Servizio le Iene cellulare spia Come hanno giustamente ribadito durante il Servizio delle Iene sul cellulare spia android installare questo tipo di software è un reato. Il servizio di software spia per cellulare è lecito solamente quando utilizzato per monitorare il proprio traffico telefonico. Servizio le Iene cellulare spia
In un altro Servizio tv le Iene avevano già avvisato di software che con il consenso del proprietario del cellulare che diventa poi spia potevano esere installati avendo in mano fisicamente il cellulare. Il software che che hanno utilizzato questa volta nel Servizio Iene sui cellulare spia ha la peculiarità di farlo installare all'utente stesso. Quindi Okkio. Servizio Iene cellulare spia
Ringraziamo sempre Le iene che con il loro servizio ci hanno mostrato quello ch
e esiste....

martedì 28 ottobre 2014

Tradimento coniugale come accorgersene

Se hai notato dei cambiamenti nel comportamento di tua moglie, se lei sembra "assente" e inconsciamente inizi a pensare che potrebbe esserci un altro uomo nella sua vita, dovresti prima investigare un po' sui tuoi sospetti e cercare un confronto con lei solamente se hai conferme e prove. In questo articolo troverai alcuni dei più comuni segnali di emergenza che potrebbero indicare un tradimento da parte di tua moglie.

 Controlla se ci sono dei cambiamenti nel modo in cui tratta le persone a te care. Se tua moglie inizia ad allontanarsi dai tuoi familiari o dagli amici con cui un tempo andava d'accordo, forse si sente in colpa.
  • Se tua moglie si trova bene con la tua famiglia e i tuoi amici, capirà che la sua "storia" con un altro uomo potrebbe ferire più persone e non solo te. Questo potrebbe farla sentire talmente in colpa da evitare certe situazioni il più spesso possibile.
  • Le mogli che tradiscono, inoltre, si preoccupano che amici e familiari dell'altra parte possano accorgersi che stia nascondendo qualcosa.
  • In alcuni casi, la tua famiglia potrebbe, invece, essere parte del problema. Se tua moglie non va d'accordo con i tuoi familiari e tu ti schieri spesso dalla loro parte, potrebbe avvertire la mancanza di "alleati" tra le persone che vi circondano.
 Nota quanto spesso esce con "le amiche". Se all'improvviso inizia a passare tanto tempo con dei giri di amicizie che tendono a escluderti, potrebbe essere un segnale negativo. Anche se afferma di uscire solo con amiche, potrebbe non essere vero.
  • Capisci che ogni tanto un'uscita tra amiche è normale e sana, quindi non ti preoccupare se non accade troppo spesso.
  • Potrebbe essere un problema se tua moglie inizia a considerare queste uscite più importanti del vostro rapporto di coppia, se non è chiara in merito a dove va e con chi va e se non riesci a contattarla quando esce.
  • Anche se tua moglie in realtà sta davvero uscendo con le amiche, c'è la possibilità che le incontri per avere un sostegno emotivo e per confidarsi di qualcosa di cui non parla con te. Questo non significa che ti stia tradendo, ma potrebbero esserci dei problemi nel vostro rapporto.
Ascolta attentamente se inizia a parlare di nuove amicizie. Solitamente le donne sentono una forte necessità di parlare di cose nuove ed eccitanti che succedono nella loro vita, anche se sono segreti da mantenere. Questa nuova amicizia di cui ti parla potrebbe essere qualcos'altro.
  • Considera che tua moglie potrebbe usare un nome falso. La sua nuova amica Samantha potrebbe essere in realtà Samuel, ma è probabile che preferisca usare un nome femminile per non farti insospettire.
Controlla se ci sono dei cambiamenti nelle sue abitudini in merito al fumo e agli alcolici. Se tua moglie di solito beve e fuma, potresti non notare nulla di nuovo. Se però non ha mai avuto nessun interesse per l'alcol e le sigarette e senti questi odori, può darsi che il partner incriminato le abbia fatto prendere questi vizi.
  • Anche se tua moglie a volte beve, fai attenzione ai momenti in cui avverti la puzza dell'alcol su di lei. Se la senti al rientro da una presunta lunga giornata lavorativa o in orari inusuali, tipo il pomeriggio, allora potrebbe esserci qualche problema.
Fai caso a quanto tempo lavora e a quanto spesso viaggia per lavoro. Tua moglie potrebbe affermare di passare molto tempo a lavoro, ma se non è mai successo prima, questo cambiamento potrebbe indicare che sta passando queste ore extra fuori dall'ufficio.
  • Se passa troppo tempo fuori casa potrebbe essere una brutta notizia. Per esempio, se un'uscita in banca, al negozio di generi alimentari o dalla parrucchiera si prolunga più del solito, può darsi che stia facendo qualcosa di diverso da quello che ti aveva detto.
Controlla quanti soldi spende quando esce. Le relazioni costano. Dai uno sguardo agli scontrini e ai movimenti delle carte di credito di tua moglie. Un aumento delle spese può indicare che stia spendendo i suoi soldi per qualcuno di nuovo.
  • Allo stesso modo potresti controllare i chilometri percorsi in macchina. Se noti che sta percorrendo qualche chilometro in più per raggiungere i posti che ti dice di frequentare, probabilmente sta guidando per andare da qualcuno che non dovrebbe vedere.
continua....
fonte: it.wikihow.com








lunedì 27 ottobre 2014

Tradimento marito: moglie scrive all'amante

Cara signora, le scrivo per chiederle come le sia venuto in mente di indurre mio marito in tentazione. Lui, un'anima così fragile, tanto da non aver saputo dirle di no. Lui, con un cervello così mal funzionante, tanto da aver scelto come luogo del tradimento il nostro letto.
Lui, così frustrato dall'avanzare dell'età, tanto da aver iniziato a vestirsi in modo giovanile da quando conosce lei. Lui, così inconsapevole, perchè non si rendeva conto di quanto sembrasse ridicolo vestito in quel modo anacronistico per la sua età. Ma dopo queste riflessioni mi chiedo anche come sia riuscita ad innamorarsi di un tipo simile!? Io me ne innamorai trent'anni fa, quando eravamo entrambi giovani e privi di esperienze, quando il suo corpo era aitante e vigoroso e la sua mente brillante e piena di iniziative. Quando passavamo le notti a parlere e a far l'amore nonostante il giorno dopo la sveglia tuonasse presto. Ora lei, gentile signora, si è "innamorata", se di amore vogliamo parlare, di un uomo sulla sessantina, pieno di complessi e di acciacchi, perennemente stanco, con la voglia solo di sentirsi più giovane e immortale, di un uomo con una calvizie oramai in stato avanzato, col culo rinsecchito e le rughe sul viso e sul collo, con la pancia prorompente di chi non sa rinunciare alle ottime pietanze che la moglie, me medesima, gli ha sempre preparato per far gioire la sua gola, unico senso rimastogli...e per cosa cara signorina trentenne? Per sesso? Non credo proprio, visto che oramai il suo standard si è abbassato di molto causa un affanno e una fisiologia che solo gli uomini di una certa età conoscono. Forse per il fascino dei suoi racconti? Non credo, cara signorina, ha passato la vita a lavorare per poter pagare quel mutuo che insieme, tra mille sacrifici abbiamo contratto per l'acquisto della nostra casa. Forse per sfizio, per fare un'esperienza in più, una diversa. Ad ogni modo la ringrazio, perchè mi ha aperto gli occhi, perchè ora vedo chiaramente "l'involuzione" di quell'uomo a cui promisi amore eterno trent'anni fa, ma adesso capisco che promettere amore eterno è una grande, grossa, immensa bugia, perchè nel momento in cui ci si sposa si ignora che spesso possono capitare degli incidenti di percorso, e lei per me rappresenta questo, per cui ci si può ricredere. Questo è successo a me. Le scrivo appunto per ringraziarla e per fare un atto di generosità, quindi si tenga pure mio marito, se lei sa apprezzare più di me tutte le caratteristiche elencate prima allora è giusto che lo tenga lei, ma si ricordi che ogni due giorni ha bisogno che le mutande gli vengano lavate e le camicie stirate, inoltre gli ricordi ogni giorno di prendere la pillola per la pressione e quella contro l'acidità di stomaco. Ah, dimenticavo, a fine mese ha l'appuntamento col dentista per fissare i denti provvisori che ha ora nella sua esperta bocca. Ora smetto di scrivere questa missiva perchè devo andare in palestra e poi a fare shopping con le mie amiche. Con stima, da una moglie grata.

domenica 26 ottobre 2014

Tradimento su facebook scopre una doppia famiglia

Tradimento su facebook scopre una doppia famiglia
Londra - Scopre su Facebook che il marito aveva un'altra donna, ma spiando a fondo il suo profilo si rende conto che ha un'altra moglie. Yvonne Gibney, 55 anni, era sposata con Maurice Gibney da 17. La donna sospettando dell'infedeltà del marito ha deciso di spiare il suo profilo Facebook dove ha scoperto chi era la sua amante, Suzanne Prudhoe.

La seconda donna però, non era un flirt, o un amore temporaneo, ma i due sono stati fidanzati per due anni fino a convolare a nozze.
Tra i due c'è stato un sontuoso matrimonio dal costo di 45 mila dollari, in cui lei indossava un abito bianco e lui era elegantissimo. Le foto delle nozze erano state pubblicate sul social, peccato che l'uomo fosse già sposato.

Suzanne non sapeva di Yvonne e delle nozze con Maurice, la donna sapeva che aveva un'ex moglie con cui però non aveva più rapporti da anni. Dal secondo matrimonio sono anche nati due figli, così Yvonne, scioccata e umiliata ha deciso di denunciare il marito.

L'uomo è stato condannato dalla Corte Wirral Magistrates ad una pena detentiva di sei mesi.fonte: http://m.ilmessaggero.it

martedì 6 maggio 2014

registrare conversazioni è legale

Registrare le conversazioni telefoniche, audio e video di nascosto è legale?
Quante volte è capitato di registrare e non lo abbiamo fatto per paura di commettere qualche reato? oppure di non poter utlizzare le registrazioni in sed processuale?
La Corte di Cassazione ha stabilito che la registrazione audio delle conversazioni è legale. Lo dispongono le sentenze numero 7239 del 1999 e la numero 36747 del 24 settembre 2003. Nell'uòtima sentenza si stabilisce che «le registrazioni di colloqui, riunioni, anche fatte "di nascosto", sono perfettamente lecite ed hanno lo stesso valore di una nota scritta; peraltro, la cosiddetta "registrazione audio" rappresenta un valido elemento di prova davanti al giudice».  Quindi registrare conversazioni è legale.
E la privacy dove è finita?
Per la Suprema Corte la registrazione ha valore solamente se colui il quale registra partecipi oppure assista alla conversazione stessa, dunque non è uno strumento utilizzabile da terzi che dunque non possono captare conversazioni altrui. Differentemente, sarebbe nel caso in cui un persona, estranea alla conversazione, intercettasse, comunicazioni o conversazioni altrui macchiandosi di reato di intercettazione illecita.«La comunicazione, una volta che si è liberamente e legittimamente esaurita, senza alcuna intrusione da parte di soggetti ad essa estranei», dice la Cassazione, «entra a fare parte del patrimonio di conoscenza degli interlocutori e di chi vi ha non occultamente assistito, con l'effetto che ognuno di essi ne può disporre».  registrare conversazioni è legale
Limitazione alle registrazioni audio video nel legale
Possiamo andare in giro con registratori o videocamere senza nessun problema, la la corte di Cassazione ribadisce che il riprendere o il filmare persone terze non è legale, è legale solamente se noi siamo parte in causa o assistiamo all'evento. E' possibile inoltre divulgare (a parte casi particolari) i video o le registrazioni effettuate. registrare conversazioni è legale

Posso utilizzare la registrazione come difesa?
La registrazione audio di un colloquio per la Suprema Corte è valido in sede di  difesa.  E' considerata una forma di autoprotezione in sede di minacce, ricatti ecc... Quindi è lecito l'utilizzo di registrazioni in sede processuale durante una conversazione privata (nella specie, tra presenti) registrata su nastro magnetico o memoria digitale da parte di uno degli interlocutori (Cass. pen., sez. I, 8 giugno 1999, n. 7239). registrare conversazioni è legale

Fà le Corna al marito non si pente

Mi chiamo Miriana, vivo a Venezia, ho 35 anni,  sposata da 12 anni e ho 1 figlio di 8 anni. La mia vita sentimentale è iniziata
a 18 anni con il fidanzamento con il mio attuale marito, non ho avuto altre storie prima di lui.
Tempo fà conosco un ragazzo (anche lui sposato), mentre prendevo un caffè al bar. Una cosa tira l'altra mi ha chiesto gli orari del bus, abbiamo scoperto che facevamo la stessa strada,  all'inizio era solo amicizia, ma pian pianino ci sono finita a letto e non solo..... Prima di allora ero stata sempre fedele ma con lui è scattata quasi una molla che era chiusa in me. La Miriana che era in me repressa si è manifestata ho perso completamente i freni inibitori che una donna  e una mamma dovrebbe avere (attenzione.... non mi sono pentita di averlo fatto). Il fatto strano è che con mio marito facevo l'amore nelle classiche posizioni io sopra lui sotto ecc.... Con questo ragazzo non riesco a frenarmi, sembro quasi impazzita. Quando faccio certe cose... potete capire cosa... tengo gli occhi chiusi perchè mi sempra di fare un torto a mio marito e a mio figlio, ma non mi sazio mai.... starei delle ore intere... Quando quelle poche volte faccio l'amore con mio marito mi sento come se fossi con il mio amante, ma mio marito non si accorge di nulla. A volte gli uomini sono talmente distratti... e io questo l'ho capito. Visto che in questo blog ho letto diversi articoli come il mio, vi chiedo se anche a voi capita quello che capita a me.... 

lunedì 5 maggio 2014

Corna al marito locale scambisti

Da Massa un storia curiosa di corna fra lei e tutti gli altri del locale di scambisti. Ebbene si corna e di quelle toste. I rapporti sessuali della donna venivano anche consumati con più uomini in un locale di scambisti. Il marito scopre tutto grazie a delle multe che erano state recapitate a casa. La moglie viziosa alla domanda del marito "ma cosa ci facevi in quella zona?" rispondeva ero ad una cena con delle amiche.... Immaginiamo le amiche e immaginiamo che cena. Al giungere della seconda e della terza multa il marito decide di andare a controllare di presenza ma non nota il locale di scambisti e passa tutto così. Ma il pensiero fisso non lo fa dormire allora assolda un investigatore privato che a termine lavori presenta il rapporto e le foto di sua moglie che insieme al suo migliore amico si recavano all'interno del locale di scambisti mano nella mano per consumare rapporti plurim. Davanti alle foto la povera mogliettina ha ammesso la colpa ma ha detto con il tuo amico e con gli altri uomini non avevo nessuna storia solo....

mercoledì 30 aprile 2014

Basta sms chat alla guida di autovetture

Basta sms chat alla guida di autovetture. La prevenzione agli incidenti stradali parte dalle limitazioni ai cellulari. La campagna è promossa da APPLE con i suoi cellulari iphone grazie ad una applicazione. Basta sms chat alla guida di autovetture. Questa applicazione in via di sviluppo impedirà di utilizzare funzioni che distraggono il conducente durante la guida ad esempio chat, sms ecc. E' un brevetto del 2008 ma prenderà il via in questi giorni. Basta sms chat alla guida di autovetture. L'applicazione intreccia i dati del gps, accelerometro e fotocamera per rilevare lo spostamento dell'autovettura. L'applicazione potrebbe anche sfruttare un segnale bluetooth proveniente dall'autovettura. Per le conversazioni telefoniche non esiste nessun tipo di limitazione solamente quando si utilizza il vivavoce, il problema grave è la chat e gli sms e tutte quelle applicazioni che utilizzano la tastiera. Basta sms chat alla guida di autovetture. Il messaggiare durante la guida diminuisce del 35 per cento i tempi di reanzione del guidatore che è una percentuale molto importante perchè aumenta di 23 volte la possibilità di incidenti stradali.

martedì 29 aprile 2014

Perchè si tradisce partner

Perchè si tradisce? Tradiscono più gli uomini, o le donne? E cosa è più grave, il tradimento 'mentale' o quello fisico? O entrambi? Perchè si trad isce?Queste e tantissime altre domande affollano da sempre conversazioni, programmi televisivi, riviste, film. In effetti il tradimento è quasi parte integrante della nostra vita, o perchè lo subiamo, o perchè lo mettiamo in atto, o magari perchè un amico o un nostro parente si trova a vivere l'esperienza del tradimento.
Perchè si tradisce? Abbiamo chiesto alla D.ssa Mariacandida Mazzilli, psicoterapeuta, di aiutarci ad affrontare questo tema rispondendo ad alcune nostre domande, in gran parte ricavate dalle vostre lettere. Ecco le domande più frequenti, e le risposte.
Ci sono delle persone che non riescono a restare fedeli alla propria partner, o al proprio partner. Quasi come se l'infedeltà facesse parte del patrimonio genetico di certe persone. Come mai alcune persone sono così propense al tradimento? Cosa cercano al di fuori della coppia? Esiste il traditore (traditrice) seriale. Perchè si tradisce? in questo caso, il tradimento permette a chi tradisce di verificare la propria "efficienza sessuale", avere più partner sessuali lo rassicura sulla sua "virilità" o "femminilità". Il più delle volte si tratta di persone insicure alla ricerca continua di rassicurazione e conferme sulle proprie capacità. Anche se può a volte subentrare un senso di noia e di stanchezza, il traditore seriale ha bisogno di rispettare questo copione.
Gli uomini, più delle donne, hanno la tendenza a trascinare relazioni parallele, la moglie e l'amante, la famiglia ufficiale e la "seconda casa" clandestina. Perchè si tradisce? Si sentono buoni mariti perché provvedono alla moglie e non le fanno mancare niente e non la lascerebbero: un certo senso del dovere li tiene ancorati a casa. Ci sono uomini che amano molto la compagna ma sono inconsciamente spaventati dall'intensità del legame: il tradimento garantisce loro la distanza di sicurezza da un sentimento che temono possa renderli dipendenti, succubi della donna amata.
Inoltre, può succedere di cercare fuori dalla coppia quella carica erotica che si è affievolita nel rapporto. Perchè si tradisce? Tradirsi è un evento sconvolgente, minaccia la fiducia reciproca, è un venir meno del "noi", della fusione della coppia. Chi viene tradito rimprovera all'altro di muoversi da solo, trasgredendo l'unione totale. Spesso si è portati a formare una coppia per la paura della solitudine, per un bisogno di sicurezza e non perché si è interessati veramente all'altro. Perchè si tradisce? L'amore è strettamente legato al desiderio di voler dare qualcosa di sé all'altro. Spesso invece, nella coppia si è portati solo a chiedere (o a pretendere) cure e attenzioni dal partner, rendendo impossibile la "crescita" di entrambi. Quanta frustrazione in questa continua richiesta d'amore! Perchè si tradisce? E' questa la classica situazione di chi ama soprattutto per colmare un vuoto, legato probabilmente a qualcosa che è mancato nel periodo infantile (sicurezza, protezione, rifugio, tenerezza, comprensione).

domenica 27 aprile 2014

Telecamere copiare esami test universitari

Telecamere copiare esami test universitari. In questo post, scoprirete come alcuni candidati sono in grado di copiare gli esami di ammissione universitaria. Le telecamere umts sono in questi ultimi anni utilizzate per superare, copiare esami e test universitari. Si tratta di telecamere dotate di sim card in grado di inviare immagini e audio a distanza ad un videofonino umts. Queste telecamere sono occultate in maniera che nessuno si possa accorgere del loro utilizzo, ma vi posso assicurare che effettuano il loro sporcolavoro in maniera egregia. Alcune telecamere umts sono dotate di microauricolari senza fili.

giovedì 19 settembre 2013

Come controllare un cellulare a distanza

Come controllare a distanza un cellulare in maniera nascosta



Come controllare a distanza di nascosto per spiare un cellulare con software spia attraverso internet email web http://www.spyproject.com con questo video vedrete come controllare, spiare un cellulare con software spia installato (come da precedente video) e visualizzare, conversazioni, file, posizione cellulare, sms, mms, rubrica e cambio sim comodamente da internet web oppure mediante email. Non utilizzare per spiare moglie, marito, figli è contro la legge. Si tratta di un potente software spia in grado di generare la copia esatta di tutto ciò che è contenuto all'interno del cellulare da controllare, il tutto da remoto e senza che sul cellulare appaiano icone o suoni strani. Per ulteriori info ci contatti a info@spyproject.com
proponi notizia su upnews

Visita il nostro sito per lo spionaggio e la difesa della privacy spyproject.com

mercoledì 18 settembre 2013

Telecamera videosorveglianza umts 3g senza uso internet brandeggio

Telecamera videosorveglianza umts 3g senza uso internet con brandeggio da remoto da cellulare.


Telecamera videosorveglianza umts 3g senza uso internet brandeggio. Il punto forte della telecamera per videosorveglianza umts è che non necessita di una connessione internet per cui potrà essere utilizzata in case di montagna, uffici, mare, barca ed in tutti quei luoghi ove necessita una connessione veloce e senza costi internet fissi (possibilità di alimentazione da pannello solare). La Telecamera per videosorveglianza umts senza uso internet ha un brandeggio comandabile da remoto direttamente dalla tastiera del vostro videofonino umts in videochiamata (iphone non abilitato). La telecamera umts con brandeggio è ideale per la videosorveglianza da remoto direttamente sul display del vostro cellulare ed in qualunque luogo vi troviate. La telecamera per videosorveglianza umts senza uso internet con brandeggio permette la registrazione delle immagini da remoto, la visione notturna, e lo zoom, tutte le funzioni sono comandabili da remoto e da tastiera. La telecamera all'occorrenza potrà essere modificata per installazione all'esterno ed alimentata con pannello solare per conferire un autonomia illimitata. Per ulteriori informazioni visita la pagina dedicata alle telecamere umts 3g e per altre info scrivici a info@spyproject.com
proponi notizia su upnews

Visita il nostro sito per lo spionaggio e la difesa della privacy spyproject.com

giovedì 12 settembre 2013

Come pedinare una persona a distanza da remoto

Come pedinare una persona a distanza senza che se ne accorga, pedinare una persona è prerogativa di forze dell'ordine e/o investigatori privati dietro specifico mandato ecco come tali soggetti potranno controllare un veicolo a distanza senza che nessuno si accorga di nulla chiaramente rimandiamo ad un legale l'utilizzo del sistema per come pedinare una persona o autoveicolo di nascosto e da remoto con il localizzatore gps descritto nel video. Una volta applicato sotto l'autovettura, escavatore, trattore come sistema antifurto, sarà possibile seguirne gli spostamenti passo passo da remoto semplicemente dal cellulare. Il sistema di come pedinare una persona, autovettura, escavatore etc possiede un avvisatore mediante sms che vi avvisa quando la macchina si muove, si ferma, supera una certa velocità in maniera tale che voi sarete sempre informati degli spostamenti. Per ulteriori chiarimenti visitateci su spyproject

strumenti per lo spionaggio delle informazioni e la tutela della privacy.
vasta scelta di software per cellulari spia consulta il sito oppure chiama il numero sopra indicato.

proponi notizia su upnews

Visita il nostro sito per lo spionaggio e la difesa della privacy spyproject.com

mercoledì 11 settembre 2013

Spiare cellulare samsung galaxy

Software spia per controllare completamente un cellulare samsung
strumenti per lo spionaggio delle informazioni e la tutela della privacy.
vasta scelta di software per cellulari spia consulta il sito oppure chiama il numero sopra indicato.
Procedura installazione software spia android galaxy samsung android ( http://www.spyproject.com/cellulari-s... )vi indicheremo come installare il programma spia su cellulari samsung serie galaxy, tab,note,mini. Come vedrete nel video in 4 minuti potrete scaricare e installare il software per spiare il vostro samsung serie galaxy, tab, note, mini in caso di smarrimento o di furto o semplicemente per effettuare il backup delle chiamate, sms, posizioni gps, rubrica, foto, video e tutto ciò che succede al vostro cellulare samsung. La procedura di installazione software spia oltre a tutti i dispositivi samsung galaxy tab, mini, note è identica ed installabile su tutti i cellulari con sistema operativo android. Potrete tenere sotto controllo sempre il vostro cellulare samsung anche in vostra assenza, controllare posizione dei vostri figli minori informati del software spia installato per la loro sicurezza, per i limiti di utilizzo del software e per ulteriori informazioni visitate il nostro sito web http://www.spyproject.com oppure scriveteci a info@spyproject.com

Visita il nostro sito per lo spionaggio e la difesa della privacy spyproject.com

venerdì 30 agosto 2013

Come spiare galaxy cellulare a distanza con software spia



strumenti per lo spionaggio delle informazioni e la tutela della privacy.
vasta scelta di software per cellulari spia consulta il sito oppure chiama il numero sopra indicato.
Come controllare a distanza di nascosto per spiare un cellulare con software spia attraverso internet email web spyproject con questo video vedrete come controllare, spiare un cellulare con software spia installato (come da precedente video) e visualizzare, conversazioni, file, posizione cellulare, sms, mms, rubrica e cambio sim comodamente da internet web oppure mediante email. Non utilizzare per spiare moglie, marito, figli è contro la legge. Si tratta di un potente software spia in grado di generare la copia esatta di tutto ciò che è contenuto all'interno del cellulare da controllare, il tutto da remoto e senza che sul cellulare appaiano icone o suoni strani. Per ulteriori info ci contatti a info@spyproject.com

Visita il nostro sito per lo spionaggio e la difesa della privacy spyproject.com

venerdì 9 agosto 2013

Come copiare esami con microauricolare senza fili

Come copiare esami scolastici test, patente universitari.

strumenti per lo spionaggio delle informazioni e la tutela della privacy.
vasta scelta di software per cellulari spia consulta il sito oppure chiama il numero sopra indicato.


    Guarda video di microauricolare senza fili. Il Microauricolare senza fili è nato per sentire a distanza utilizzato da persolnale di scorta a vip o ad operatori di sicurezza, in quanto consente di effettuare una conversazione a distanza in maniera completamente nascosta oggi abbiamo alcuni feed che ci dicono che il microauricolare viene utilizzato per copiare esami universitari test patente, senza che nessuno si accorga di niente in quanto per la sua qualità il microfono integrato è molto potente basterà sussurrare per inviare la nostra voce a distanza e tutto con una qualità audio come se foste al cellulare, ma con la differenza che nessuno si accorga di nulla. Guarda video di microauricolare senza fili. Il micro auricolare senza fili consente di sentire a distanza qualsiasi comunicazione in maniera nascosta da utilizzare in attività lecite non può essere utilizzato per copiare esami universitari, test, quiz, patente in quanto è contro la legge. Il micro auricolare per sentire a distanza funziona con qualsiasi cellulare dotato di bluetooht, una volta indossata la collana, connetterla via bluetooth al cellulare che la riconoscerà come una normale cuffia ma senza fili. Guarda video di microauricolare senza fili. La collana, per induzione si connetterà al micro auricolare che vi farà sentire l'audio nitido come se foste al cellulare, con l'eccezzione che nessuno si accorgerà di nulla, per ulteriori info scrivici a info@spyproject.com
    Guarda video di microauricolare senza fili.
    fonte: http://www.youtube.com/watch?v=_fkcQb3cu8Mhttp://www.youtube.com/watch?v=_fkcQb3cu8M

    Visita il nostro sito per lo spionaggio e la difesa della privacy spyproject.com

    mercoledì 7 agosto 2013

    Come registrare in autovettura di nascosto

    Registrare di nascosto conversazioni audio in auto è possibile come? Grazie al nostro microregistratore miniaturizzato visionabile sul video registrazioni in autovettura  le sue piccolissime dimensioni lo rendono uno strumento per registrare conversazioni di nascosto specialmente in autovetture in maniera che nessuno possa accorgersi di quanto sta succedendo, non emette luci o suoni e si nasconde praticamente ovunque.

    strumenti per lo spionaggio delle informazioni e la tutela della privacy.
    vasta scelta di software per cellulari spia consulta il sito oppure chiama il numero sopra indicato.
    Una volta che avremo nascosto il registratore all'interno dell'autovettura premiamo il tastino per avviare la registrazione, guarda il sul video registrazioni in autovettura grazie alla prolungata autonomia sarà possibile registrare fino a 300 ore con sistema di attivazione vocale, che registra solamente in presenza di audio. Dopo la registrazione sull'autovettura di nascosto potrete riascoltare le registrazioni sul vostro pc, in maniera chiara e nitida la durata della batteria al litio ricaricabile della durata di 300 ore.

    fonte: http://www.youtube.com/watch?v=ED7v5jZDr1c
    proponi notizia su upnews

    Visita il nostro sito per lo spionaggio e la difesa della privacy spyproject.com

    Come controllare spiare cellulare a distanza

    Come controllare (spiare) a distanza e di nascosto un cellulare con software spia attraverso internet email web,  con questo video vedrete come controllare, spiare un cellulare con software spia installato e visualizzare, conversazioni, file, posizione cellulare, sms, mms, rubrica e cambio sim comodamente da internet web oppure mediante email. Vedi il video di come spiare cellulare.Non utilizzare per spiare moglie, marito, figli è contro la legge. Si tratta di un potente software spia in grado di generare la copia esatta di tutto ciò che è contenuto all'interno del cellulare da controllare, il tutto da remoto e senza che sul cellulare appaiano icone o suoni strani. Vedi il video di come spiare cellulare. Per ulteriori info ci contatti a info@spyproject.com

    strumenti per lo spionaggio delle informazioni e la tutela della privacy.
    vasta scelta di software per cellulari spia consulta il sito oppure chiama il numero sopra indicato.
    Fonte: http://www.youtube.com/watch?v=XwSZGf-xTPE

    Visita il nostro sito per lo spionaggio e la difesa della privacy spyproject.com

    lunedì 5 agosto 2013

    Come sapere sempre posizione moglie marito

    Sapere la posizione di moglie marito e figli o autovettura con il nostro gps lolalizzatore è molto semplice. Guarda il video infatti il sistema gps vi permetterà di sapere in ogni stante la posizione di vostra moglie, marito, figli, autovettura conoscere spostamenti e luogo in cui si trovano, pensate ai fini della sicurezza dei familiari di figli minori oppure per sapere la posizione gps dell'autovettura in caso di furto.  Come sapere sempre posizione moglie marito, il tutto deve essere messo a conoscenza delle parti interessate, in quanto sapere posizione gps di moglie o marito in maniera nascosta è contro la legge.Come sapere sempre posizione moglie marito 
    Per ulteriori info contattate info@spyproject.com

    strumenti per lo spionaggio delle informazioni e la tutela della privacy.
    vasta scelta di software per cellulari spia consulta il sito oppure chiama il numero sopra indicato.
    testo testo testo testo
    proponi notizia su upnews

    Visita il nostro sito per lo spionaggio e la difesa della privacy spyproject.com

    sabato 3 agosto 2013

    Sistema di videosorveglianza umts a distanza ladri vacanze

    L'estate è arrivata e con essa come tutte le estati si presenta la problematica dei furti in casa e quindi rendere la casa sicura e protetta è fondamentale in nostra assenza per le vacanze. La buona notizia è che la tecnologia ci viene incontro con tutti i sistemi possibili, i furti sono maggiori al nord rispetto al meridione, ma questo non significa che non dobbiamo tenere in considerazione le regole fondamentali per rendere la vita difficile ai topi di appartamento. Da un dato è sancito che ogni porta trova il suo scassinatore è solamente una questione di tempo. E per giocare sul fattore tempo presentiamo la telecamera umts sistema di videosorveglianza ere le nostre abitazioni più sicure durante la nostra assenza. Potrete vedere la demo della telecamera umts in questo nostro video sistema telecamere umts a distanza .Sistema videosorveglianza con sim umts a distanza da videofonico cellulare (http://www.spyproject.com) il solo sistema di controllo videosorveglianza casa, villa, ufficio da remoto con sim, a colori, visione notturna e batteria tampone. Il sistema di videosorveglianza con sim umts consente di vedere a distanza da videofonico cellulare tutto quello che succede a casa, villa, ufficio, box etc. Basterà solamente effettuare una videochiamata da un cellulare umts (tranne iphone) per vedere in maniera nitida ed in diretta le immagini e l'audio provenienti dalla videocamera, esiste anche la possibilità di dotarla di un sensore di movimento vi chiamerà in caso di allarme. Per altro contattateci a info@spyproject.com

    strumenti per lo spionaggio delle informazioni e la tutela della privacy.
    vasta scelta di software per cellulari spia consulta il sito oppure chiama il numero sopra indicato.
    testo testo testo testo
    proponi notizia su upnews

    Visita il nostro sito per lo spionaggio e la difesa della privacy spyproject.com

    giovedì 13 giugno 2013

    La tecnologia GSM

    La mobilità nelle comunicazioni è stata una vera rivoluzione sociale e il GSM è stata la tecnologia che di fatto l’ha permessa. Per oltre 20 anni è stata la tecnologia principe della telefonia mobile e in questo lasso di tempo la sua copertura si è diffusa a macchia d’olio. Non c’è che dire, il suo utilizzo ha radicalmente cambiato il modo di comunicare di un’intera generazione…e anche il modo di organizzarsi. Quante volte v’è capitato di rispondere al cellulare mentre gironzolavate in qualche piazza e sentirvi dire: “Scusa, non posso venire, ho avuto un contrattempo”. E voi: “E me lo dici ora? Ti sto aspettando da 10 minuti!”. Credetemi, una volta queste cose non succedevano, se vi davano buca lo facevano quantomeno prima di uscire di casa per essere sicuri di trovarvi al vostro telefono di fisso. Così, se una volta ci si organizzava per tempo, ora ci si organizza sul momento.
    Mentre il GSM dava gli ultimi ritocchi nel plasmare il nuovo modello comunicativo e organizzativo della società, una nuova curiosità iniziava a solleticare le menti di tante persone “interessate”: così come una telefonata può raggiungere posti non presidiati da telefoni fissi, si possono fornire, allo stesso modo, dei servizi là dove non è presente alcuna connettività fisica? Ovvero, la mobilità sulla comunicazione si può estendere anche ai servizi?

    strumenti per lo spionaggio delle informazioni e la tutela della privacy.
    vasta scelta di software per cellulari spia consulta il sito oppure chiama il numero sopra indicato.
    E qual è stata la cura per questo nuovo “prurito mentale”? Il GSM, ovvio! E’ stata proprio la sua diffusione così capillare a fare del GSM la tecnologia ottimale anche per l’erogazione di servizi, e in particolare del servizio di pagamento con carta di credito tramite i POS (Point-Of-Sale) GSM/GPRS. Pensate che adesso si parla addirittura di Mobile POS, dove alcune componenti hardware in commercio permettono di estendere il proprio cellulare in un vero e proprio POS. “Fantastico! Possiamo strisciare la nostra carta di credito platinum, tutta tempestata di pietre preziose, da qualsiasi angolo della terra purché ci sia una connessione GSM!” Se questa è la frase che vi è scappata nel sentire POS GSM/GPRS e Mobile POS, allora le cose sono due: avete il senso dell’umorismo, ma non avete letto il post precedente; oppure dite sul serio e … [omissis] … non avete letto il post precedente. ([omissis] racchiude tutte una serie di osservazioni che esulano dal nostro contesto e quindi è controproducente e dispersivo esplicarle…).
    Ok! La pervasività del GSM permette di avere anche servizi in modalità wireless in completa mobilità e, soprattutto, senza il vincolo di costi strutturali… ma davvero voi ci fareste transitare i dati della vostra carta di credito senza nemmeno una minima preoccupazione?
    Sappiamo che se un malintenzionato volesse decifrare il traffico GSM non dovrebbe fare così tanti salti mortali, anzi, farebbe una tranquilla passeggiata. E se invece di intercettare il vostro traffico voce, intercettasse il traffico del POS GSM/GPRS mentre strisciate la vostra carta di credito?
    Certo, qualcuno potrebbe obiettare dicendo che il POS effettua una ulteriore crittografia secondo i requisiti imposti dal PCI DSS (Payment Card Industry – Data Security Standard). Obiezione accolta, sempre che si rispetti tale standard; e per lo spoof della stazione radio base? Ovvero, se il malintenzionato invece di sniffare il traffico implementasse una propria stazione radio base e si sostituisse alla BTS del vostro operatore facendo da ponte con questa?
    In questo caso sarebbe un vero e proprio MITM (Man-In-The-Middle) a livello infrastrutturale. Forse non avrebbe la possibilità di leggere i messaggi inviati e ricevuti dal POS perché criptati ad un livello più alto, ma avrebbe comunque il controllo della comunicazione, potendo manipolare i messaggi a suo piacimento.
    A questo punto qualcuno di voi potrebbe nuovamente obiettare sostenendo che comunque i messaggi di cui ha il controllo sono criptati e per lui inintelligibili. Spiacente, ma questa volta l’obiezione non è accolta. Non dimentichiamoci che la sicurezza non è la crittografia, né il firewall, né l’antivirus: la sicurezza è un processo – lo so, lo ripeto spesso, ma perché è fondamentale, credetemi. Crittografia, firewall, antivirus e così via, non sono altro che strumenti; strumenti utilizzati dal processo di sicurezza appunto.
    Molto probabilmente il nostro malintenzionato non saprà il contenuto dei messaggi che transitano, ma potrebbe benissimo sapere come è strutturata una transazione e, quindi, sapere quanti messaggi vengono scambiati e la funzione di ciascun messaggio. Mettiamo, per esempio, che la transazione fosse composta da due messaggi, uno dal POS con la richiesta di conferma di pagamento e l’altro in risposta al POS con l’acknowledge, entrambi criptati; essendo in mezzo alla comunicazione e avendone il controllo cosa gli impedirebbe di sostituire il primo messaggio con uno o più messaggi creati ad-hoc e riutilizzare il messaggio di acknowledge per confermare una serie di transazioni fraudolente? Capite bene che se una cosa del genere potesse essere messa in atto, il fatto che i messaggi siano criptati non ha alcuna rilevanza per il nostro “carissimo” malintenzionato.
    proponi notizia su upnews

    Visita il nostro sito per lo spionaggio e la difesa della privacy spyproject.com

    mercoledì 12 giugno 2013

    UMTS il cambiamento

    Ciò che è sicuro oggi può non esserlo domani!” Se questo slogan è vero per la security in generale, figuriamoci per il vegliardo GSM. I suoi vent’anni e passa di apprezzato lavoro non l’hanno risparmiato dagli acciacchi di sicurezza che sono il vero male di una tecnologia stagnante. Certo, se i telefonini si limitassero alle sole comunicazioni voce, il GSM non farebbe affatto una cattiva figura, anzi, la sua lunga esperienza gli permetterebbe di camminare a testa alta: un upgrade di sicurezza qua, una soluzione di sicurezza là ed eccolo forte e vigoroso come ai vecchi tempi; il problema è che i telefonini, oggi, vengono utilizzati per così tante cose che a volte ti squilla in tasca e, con un’espressione di stupore prima, seguita da una di beata soddisfazione subito dopo, rispondi al telefono con questo pensiero in testa: “Fico! Riceve pure le telefonate!

    strumenti per lo spionaggio delle informazioni e la tutela della privacy.
    vasta scelta di software per cellulari spia consulta il sito oppure chiama il numero sopra indicato.
    Se il GSM dopo più di vent’anni fa fatica ad andare in pensione, non è dovuto a un possibile legame con i politici italiani, come qualcuno di voi più malizioso potrebbe pensare, ma al semplice fatto che fa bene il proprio lavoro, insieme al fatto che la maggior parte degli utenti a livello globale usa il telefonino quasi esclusivamente per le chiamate voce e gli sms. Ad ogni modo, la via del cambiamento è iniziata da un po’ (videochiamate, accesso a Internet, mobile TV, streaming video sul telefonino…) e abbiamo visto come, in questo cambiamento, ci stanno anche servizi molto più sensibili della voce in termini di sicurezza, tipo i pagamenti tramite telefonino.
    Anche se GPRS ed EDGE hanno aperto le porte della multimedialità alla rete GSM, il vero promotore di questo cambiamento è stato l’UMTS, che ha rotto gli schemi classici della telefonia mobile facendo convergere voce, dati e video in un unico sistema, forte anche di un bit rate decisamente superiore: siamo dentro la terza generazione (3G).
    Con l’UMTS, oltre all’evoluzione nelle prestazioni, soprattutto in ambito multimediale, sono stati affrontati efficacemente i problemi di sicurezza che affliggono tuttora il GSM. Concettualmente, non sono stati stravolti i meccanismi di sicurezza messi in piedi nel GSM; sono stati, invece, migliorati integrandoli con meccanismi più sofisticati. “E cioè?” – mi direte voi – “vai al sodo!
    Eccovi esauditi: vi ricordate l’importanza della chiave segreta di autenticazione del GSM, Ki? … No? … allora rileggete il post sul GSM… Fatto? Bene! La “Ki” del GSM diventa “K” nell’UMTS – cambia l’etichetta ma non la sostanza – e invece di essere conservata in una SIM (Subscriber Identity Module), viene conservata in una USIM (Universal Subscriber Identity Module) – che altro non è che una SIM più evoluta e sicura – e nell’AuC come per il GSM; già da questo semplice aspetto si può dedurre che la procedura di autenticazione dell’UMTS mantenga lo stesso modello di quella del GSM… e infatti è così! Ma allora che cosa è cambiato?
    Sebbene la procedura di autenticazione mantenga lo stesso modello del GSM, è stata notevolmente migliorata eliminando le vulnerabilità presenti nel vecchio sistema. Questa procedura prende il nome di AKA (Authentication and Key Agreement) e, come si evince dall’acronimo, comprende sia l’autenticazione che la generazione delle chiavi, anch’esso basato sul modello GSM… ebbene sì! Del GSM non si butta via niente o quasi niente, anche e soprattutto per una questione di compatibilità con il vecchio sistema. Del resto i concetti di sicurezza introdotti dal GSM non sono affatto discutibili, è la loro implementazione ad esserlo, legata al fatto che non è stata evoluta ed è rimasta stagnante per anni esponendosi ad attacchi via via più evoluti. Il passaggio dal 2G al 3G era visto anche come evoluzione dei meccanismi di sicurezza adottati nel 2G… il problema è stato che, invece di un passaggio, c’è stata una convivenza tra 2G e 3G; una convivenza che come vedremo mantiene aggrappate al piede dell’UMTS le vulnerabilità del GSM.
    Ok! La sicurezza dell’UMTS si basa su quella del GSM e la evolve; invece della SIM abbiamo l’USIM; la Ki del GSM sarebbe la K dell’UMTS; l’AKA è un’evoluzione delle procedure di autenticazione e generazione delle chiavi del GSM… ma quali sono questi cambiamenti?” Beh! A furia di girovagare sull’argomento mi sono sfuggiti dalla testa… solo il tempo di riacchiapparli e saranno serviti. Se vi capita di incontrane qualcuno, siete i benvenuti… li cucineremo assieme!
    proponi notizia su upnews

    Visita il nostro sito per lo spionaggio e la difesa della privacy spyproject.com

    martedì 11 giugno 2013

    UMTS maggior sicurezza

    E’ stata dura ma alla fine ci siamo riusciti! Dovremmo essere riusciti ad acchiappare tutti i cambiamenti sulla sicurezza apportati dall’UMTS sfuggiti dal post precedente. Prima di cucinarli, però, sarebbe bene preparare un po’ di brace: nel GSM succedeva che, con la chiave di autenticazione Ki, ci autenticavamo tramite l’algoritmo A3 e tiravamo fuori la chiave di crittografia Kc tramite l’algoritmo A8; Kc viene poi utilizzata dall’algoritmo A5 per la crittografia del canale. Bene! Cosa succede nell’UMTS? Succede la stessa cosa, ma…

    strumenti per lo spionaggio delle informazioni e la tutela della privacy.
    vasta scelta di software per cellulari spia consulta il sito oppure chiama il numero sopra indicato.
    Nell’UMTS, con AKA: la chiave di autenticazione diventa K; ci autentichiamo con l’algoritmo f2 al posto di A3; tiriamo fuori non la Kc ma la CK e lo facciamo con l’algoritmo f3 invece di A8; quindi, per la crittografia del canale sarà la CK ad essere utilizzata ma non da A5, bensì dall’algoritmo f8… scommetto che ci siamo persi per strada… no problem! Per ritrovare il capo della matassa ecco una piccola tabellina con le “corrispondenze” GSM – UMTS:
    GSM
    UMTS
    Ki
    K
    Kc
    CK
    A3
    f2
    A8
    f3
    A5
    f8

    Sembrerebbe, quindi, che non sia cambiato niente a parte i nomi, e invece è cambiato molto, eccome! Se è vero che lo schema per l’autenticazione e la crittografia è rimasto simile, dietro quei nomi differenti si trovano parte dei miglioramenti di sicurezza introdotti con l’UMTS.
    Innanzitutto, passiamo dai 64bit di Kc ai 128bit di CK il quale viene usato dall’algoritmo f8 in sostituzione di A5. Per implementare f8 è stato realizzato KASUMI, usato anche per evolvere la sicurezza del GSM con A5/3. Una ricerca ha mostrato KASUMI vulnerabile ad un attacco che per ora sembra impraticabile… in ogni caso non allarmatevi che SNOW3G è stato tirato fuori dalla panchina a scaldarsi pronto per la sua sostituzione – SNOW3G è un nuovo algoritmo di crittografia del canale radio per il quale è prevista anche l’implementazione nel GSM con A5/4.
    Il problematico COMP128 in A3 e A8, cede il posto a MILENAGE (basato sull’Advanced Encryption Standard, AES) negli algoritmi f2 e f3: ricavare K non sarà di certo così facile come lo era per Ki nel GSM… almeno per ora.
    E qual è la differenza tra K e Ki?” Vedo che non vi sfugge niente! K, di fatto, rimane tale e quale a Ki, molto probabilmente si è scelto di cambiarle il nome per non confonderla con IK. “IK?” E già! Non abbiamo mica finito!
    IK è la chiave di integrità ed è utilizzata per garantire, appunto, l’integrità della comunicazione, ovvero che la comunicazione non giunga a destinazione diversa da quella originata. Essa viene generata da un nuovo algoritmo, f4, e utilizzata da un altro ancora, f9, implementati in maniera simile a f3 e f8 rispettivamente. Quindi, con l’UMTS, è stato introdotto anche il controllo di integrità sulla comunicazione che nel GSM non c’era.
    In definitiva nell’UMTS ci troviamo ad avere gli algoritmi f1, f2, f3, f4, f5, f8 e f9 che, più saggiamente di quanto fatto per il GSM, sono stati pubblicati ed ampiamente analizzati prima del loro impiego… Come “cos’è f5?”! Ah, già! Avete ragione, non ne abbiamo parlato… f5 genera un’ulteriore chiave, l’AK (Anonymity Key) utilizzata per crittografare il numero di sequenza SQN. Tale numero è usato per contrastare i replay attack ovvero l’invio ripetuto di messaggi uguali. La sua crittazione lo preserva da attacchi passivi che permetterebbero ad un malintenzionato di ricavare l’identità e la posizione dell’utente.
    Se siete rimasti impressionati dall’evoluzione della sicurezza fatta nel passare all’UMTS, sappiate che non è finita qui! Avevamo accennato come, con un migliaio di euro, nel GSM, fosse possibile realizzare una propria BTS e sostituirsi alla BTS dell’operatore “sniffando” tutto il traffico che vi transita… ebbene nell’UMTS questo non è più così facile. Per evitare questa eventualità non è solo il telefonino ad autenticarsi alla rete, ma è anche la rete che si autentica al telefonino con un meccanismo di mutua autenticazione realizzato appositamente.
    A questo punto potrebbe sembrare che con l’arrivo della terza generazione i problemi di sicurezza siano tutti risolti o, per lo meno, sotto controllo, e invece…
    proponi notizia su upnews

    Visita il nostro sito per lo spionaggio e la difesa della privacy spyproject.com

    lunedì 10 giugno 2013

    Galaxy ACE 3 Software spia

    Dei rumors di poche ore fà dicono che il prossimo 20 giugno sarà presentato a Londra il  nuovo Samsung
    Galaxy Ace 3.Le caratteristiche del nuovo smarthphone Galaxy ACE 3 sono di tutto rispetto. Il telefono, secondo i rumors, dovrebbe essere dotato di un display TFT da 4 pollici con risoluzione WVGA (800×480 pixel), la terza generazione del Samsung Galaxy Ace dovrebbe vantare un processore dual core da 1GHz, 1GB di RAM, 4GB di memoria integrata, supporto MicroSD e una fotocamera da 5 megapixel con flash LED.La batteria dovrebbe essere da 1.500 mAh, una scocca spessa 9,79mm ed il connubio tra Android Jelly Bean (versione 4.1.2 o 4.2.2) e l’interfaccia TouchWiz Nature UX.

    strumenti per lo spionaggio delle informazioni e la tutela della privacy.
    vasta scelta di software per cellulari spia consulta il sito oppure chiama il numero sopra indicato.
    Per quanti volessero equipaggiare il galaxy ACE 3 con il nostro software spia leggete quanto sotto riportato.
    Una volta acquistato il software spia per galaxy ace 3 scaricate l'applicazione e installatela, da questo momento il vostro galaxy samsung ace 3 è una spia. Vi saranno inviate via mail oppure via pannello di controllo web. Conoscerete il contenuto di conversazioni, di sms, di mms, la rubrica e la posizione gps che ha coperto il cellulare. Chiaramente tale software spia è da installarsi sul proprio cellulare e non su quello di moglie o marito in quanto costituisce reato.
    proponi notizia su upnews

    Visita il nostro sito per lo spionaggio e la difesa della privacy spyproject.com

    UMTS telecamere o GSM

    Se l’UMTS è il promotore del cambiamento, il GSM ha ancora molte carte da giocare. La sua diffusione è così capillare che l’UMTS non è riuscito ancora a raggiungerla; inoltre, per l’utente generico, l’esigenza della rete UMTS, di fatto, nasce principalmente per un accesso veloce ai dati… un esempio? A quanti di voi è mai capitato di conversare tranquillamente al telefonino e accorgersi di essere sotto copertura GSM solamente nel vedere il video su Youtube andare a tratti, tanto da costringervi a spostarvi a destra e a manca, col telefonino in mano a mo’ di metal detector, in cerca della rete 3G?
    Ebbene, per mantenere il servizio delle chiamate, i nostri telefoni, con tecnologia 3G, sono in grado di passare automaticamente dal 3G al 2G qualora il segnale 3G venisse meno. “Bene! E’ una cosa buona!” direte giustamente voi; tuttavia, se in termini di continuità del servizio la bontà della soluzione non fa una piega, sappiate che ciò ci espone nuovamente ad alcune delle vulnerabilità del GSM, anche se di default utilizziamo la rete UMTS. Vi è un attacco, infatti, che sfrutta proprio questo passaggio automatico al 2G… come? Inibendo la comunicazione 3G del telefonino con dei segnali di jamming, in modo da farlo passare automaticamente al 2G, e mettendo in atto alcuni degli attacchi che abbiamo visto possibili sul GSM.
    Se siete un tantino paranoici e pensate di essere soggetti ad intercettazioni potete disabilitare il 2G dal vostro cellulare, al più potreste riscontrare un assenza di segnale dove prima telefonavate in tutta tranquillità.

    strumenti per lo spionaggio delle informazioni e la tutela della privacy.
    vasta scelta di software per cellulari spia consulta il sito oppure chiama il numero sopra indicato.

    L’UMTS è stato davvero, quindi, il promotore del cambiamento, non solo come paradigma della telefonia mobile, ma anche in termini di sicurezza; tuttavia, la solidità e la capillarità del GSM nella “killer application” della telefonia mobile, ovvero il servizio voce, gli ha permesso di tenere duro e di non cedere tanto facilmente il passo all’UMTS che, invece, si è fatto strada più per motivi di connettività Internet, tramite il servizio dati fornito dalle Internet Key. Ciò ha comportato una vera e propria convivenza tra 2G e 3G, ed è proprio questa convivenza con il GSM, al momento, la vera vulnerabilità di sicurezza dell’UMTS.
    Ad ogni modo, il cambiamento l’UMTS l’ha iniziato e, grazie anche e soprattutto all’evoluzione della tecnologia dei device mobili, come gli smartphone e i tablet, i contenuti multimediali sono sempre più gettonati e, di conseguenza, la connessione dati sempre più richiesta al pari del servizio voce. I nuovi dispositivi mobili, infatti, consentono di sfruttare appieno, e con molta più fluidità e facilità d’uso, la convergenza dei servizi voce, video e dati introdotta con l’UMTS. Grazie alle innumerevoli “app” è possibile accedere a servizi di ogni tipo: siano essi utili, inutili, ludici, etc. non ha importanza, l’importante è che soddisfino l’esigenza o la semplice curiosità di ogni tipo di utente.
    Questa nuova tendenza sta crescendo esponenzialmente: il telefonino non è più un mezzo per la semplice comunicazione vocale, ma sta diventando un vera e propria interfaccia multimediale che integra la voce, la messaggistica, lo streaming video, i social network, Internet e chi più ne ha più ne metta. Ebbene, di fronte a questa crescita, il GSM stavolta deve proprio cedere il passo e, ironia della sorte, non sarà l’UMTS – che in tutti questi anni ha lottato instancabilmente per sostituirlo – a prendere il suo posto.
    All’UMTS dobbiamo il cambiamento del modo di pensare la telefonia mobile e, soprattutto, il consolidamento e il miglioramento della sua sicurezza, ma la palma della vittoria sul GSM non spetta ad esso…una nuova generazione di telefonia mobile si sta facendo avanti cavalcando l’onda del cambiamento generata dall’UMTS, che vedrà capitolare il GSM e… l’UMTS.
    proponi notizia su upnews

    Visita il nostro sito per lo spionaggio e la difesa della privacy spyproject.com

    venerdì 7 giugno 2013

    Prisma america Spia google facebook

    Due distinte inchieste giornalistiche, una del quotidiano statunitense Washington Post e l’altra del britannico Guardian, hanno svelato un programma segreto chiamo PRISMA con cui l’Agenzia per la sicurezza nazionale statunitense (National Security Agency, NSA) e l’FBI da sei anni a questa parte hanno avuto accesso ai dati degli utenti delle maggiori società informatiche statunitensi tra cui Microsoft, Yahoo, Google, Facebook, PalTalk, AOL, Skype, YouTube e Apple.
    Si tratta di informazioni riguardanti la navigazione in internet di utenti stranieri effettuate tramite le società americane, oppure delle conversazioni intrattenute online da cittadini americani con utenti stranieri.
    I dati raccolti dall’intelligence Usa, scrive il Washington Post , sono principalmente chat audio e video, fotografie, e-mail, documenti e registri di collegamento che consentono agli analisti di stabilire gli interessi e eventuali obiettivi stranieri.
    Il Guardian parla anche di cronologie di ricerca e trasferimenti di file. Inoltre il quotidiano britannico non esclude che parti del programma ancora non note possano riguardare le comunicazioni avvenute interamente all’interno degli Stati Uniti.
    Entrambi i giornali sono venuti a conoscenza del programma PRISMA della NSA grazie a delle slides di una presentazione in PowerPoint risalente ad aprile 2013. Un documento classificato top secret e riservato ad uso interno dei servizi segreti probabilmente per istruire gli agenti sulle pratiche per il controllo delle comunicazioni online.
    Il nodo principale al centro del dibattito che si sta sviluppando è se i servizi segreti abbiano avuto accesso ai server delle società con la complicità e il supporto delle aziende stesse oppure se l’abbiano fatto in maniera indipendente e totalmente segreta.

    strumenti per lo spionaggio delle informazioni e la tutela della privacy.
    vasta scelta di software per cellulari spia consulta il sito oppure chiama il numero sopra indicato.
    Apple, Facebook e Google hanno negato di essere a conoscenza del programma PRISMA sostenendo in tutti i casi che l’accesso ai dati può avvenire soltanto per ordine di un tribunale. Google in particolare ha diffuso un comunicato in cui scrive: “Google ha profondamente a cuore la sicurezza dei dati dei propri utenti. Riveliamo le informazioni sugli utenti seguendo la legge, e controlliamo attentamente ogni richiesta. Viene spesso detto che abbiamo creato una porta di servizio per il governo all’interno dei nostri sistemi, ma Google non ha nulla del genere per consentire al governo di accedere ai dati privati degli utenti”.
    Questo nonostante Google abbia ammesso, non più di tre mesi fa, di aver violato la privacy di milioni di utenti collegandosi alle reti wi-fi aperte incontrate durante la mappatura per Street View.
    Tuttavia nel documento ottenuto dal Washington Post e dal Guardian l’identità delle società da cui vengono attinte le informazioni è ritenuta come il dato più sensibile da salvaguardare perché un’eventuale esposizione all’opinione pubblica avrebbe potuto indurre le società a ritirarsi dal programma.
    In una nota a margine del documento il redattore ha scritto: “il 98% delle informazioni ottenute con PRISM viene da Yahoo, Google e Microsoft, abbiamo bisogno di essere sicuri che queste fonti non vengano danneggiate”
    In un altro documento in possesso del solo Washington Post c’è scritto che in base agli accordi ci sono degli agenti incaricati di raccogliere le informazioni e di caricarle in appositi apparati installati in alcune zone della società. Questo dimostrerebbe secondo il Washington Post che i servizi segreti non hanno accesso diretto ai server delle società.
    Come si vde in una delle slide, Microsoft, che è attualmente ha in corso una campagna pubblicitaria il cui slogan recita “La tua privacy è la nostra priorità “, è stata la prima società ad esser coinvolta nella raccolta delle informazioni quando il programma PRISMA è partito nel dicembre 2007.
    Dopo Microsoft sono venuti in successione Yahoo nel 2008, Google, Facebook e PalTalk nel 2009; YouTube nel 2010, Skype e AOL nel 2011 e infine Apple che ha aderito al programma nel 2012. Il programma, scrive il Guardian è in continua espansione e gli Stati Uniti hanno ovviamente un vantaggio strategico in geopolitica ospitando nella Silicon Valley i maggiori fornitori di servizi internet al mondo. Basti pensare a come ad esempio grazie a PalTalk siano state monitorate la maggior parte delle comunicazioni tra attivisti durante la Primavera araba.
    Nascita del programma PRISMA e contesto politico
    Il programma PRISMA dell’Agenzia per la Sicurezza Nazionale (NSA) è stato introdotto nel 2007 dall’allora presidente americano George W. Bush e nasce dalle ceneri del Foreign Intelligence Surveillance Act (FISA) retaggio delle regole introdotte dopo gli attentati dell’11 settembre 2001. I principali emendamenti introdotti di volta in volta alla FISA miravano a superare il vincolo dell’autorizzazione giudiziaria per avere accesso ai dati degli utenti internet. Con PRISMA basta dimostrare che gli utenti monitorati si trovano al di fuori degli Stati Uniti o che comunque non sono cittadini americani.
    Alcune critiche sono arrivate al momento della ratifica anche da parte di alcuni deputati del Congresso che lamentavano la limitata conoscenza da parte del potere legislativo delle attività del programma Prisma. Soltanto alcuni deputati sapevano di cosa di trattasse ma hanno dovuto giurare di non rivelare le informazioni ritenute pena la messa a rischio della sicurezza nazionale.
    Il direttore della National Intelligence, James R. Clapper, ha detto che “le informazioni raccolte ai sensi del presente programma sono le più importanti tra quelle a disposizione dei servizi segreti esteri e sono usate per proteggere la nostra nazione da una grande varietà di minacce. La divulgazione non autorizzata di informazioni su questo importante programma e del tutto illegale e riprovevole”. Inoltre ha aggiunto Clapper le informazioni riportate dal Guardian e dal Washington Post sono inesatte, senza specificare come e perché.
    PRISMA è stato rinnovato da Barck Obama alla fine dello scorso anno e proprio l’amministrazione Obama ora vacilla per la sempre dichiarata avversione, in campagna elettorale, verso attività che possono ledere la privacy dei cittadini, americani e non.
    Le rivelazione su PRISMA seguono di un solo giorno un’altra inchiesta del Guardia che ha rivelato come l’amministrazione Obama abbia autorizzato un programma di sorveglianza del traffico telefonico di milioni di cittadini statunitensi attraverso l’ordinanza di un tribunale americano che obbliga la più grande compagnia telefonica degli Stati Uniti, Verizon, a consegnare i tabulati telefonici a un’agenzia federale americana.
    proponi notizia su upnews

    Visita il nostro sito per lo spionaggio e la difesa della privacy spyproject.com

    spiare chiamate cellulari Stati Uniti

    Il piano di cui stiamo parlando è noto a ogni membro del Congresso ed è stato autorizzato più volte dal 2007 con sostegno bipartisan: così il presidente americano, Barack Obama in California dove tiene un discorso sullà sanità - ha risposto alla domanda sull'attività di raccolta di informazioni sulle reti telefoniche e sul web da parte dell'intelligence.
    spiare chiamate cellulari android simbyan

    Nessuno ascolta le telefonate"Nessuno ascolta le telefonate". Lo afferma il presidente americano, Barack Obama, sottolineando che è necessario trovare un bilancio fra la sicurezza degli americani e il diritto alla privacy. Il presidente ha anche rassicurato che nessuno ha ascoltato o sta ascoltando le telefonate degli americani e ha garantito che i dati sono conservati al sicuro da ogni intrusione esterna. spiare chiamate cellulari android simbyan Obama ha anche affermato che il sistema di tracciamento delle email e dell'attività sul web non si applica ai cittadini statunitensi o alle persone che vivono negli Usa. L'intelligence, "controlla i numeri di telefono e la durata delle chiamate. Non cercano i nomi delle persone e neanche il contenuto", delle chiamate, ha spiegato il presidente. spiare chiamate cellulari android simbyan

    strumenti per lo spionaggio delle informazioni e la tutela della privacy.
    vasta scelta di software per cellulari spia consulta il sito oppure chiama il numero sopra indicato.

    L'obiettivo è prevenire il terrorismo
     Io e il mio staff diamo una valutazione a questo programma e crediamo che il suo obiettivo sia quello di prevenire il terrorismo, ha detto Obama. Il presidente ha aggiunto che all'inizio era scettico, ma con il suo staff ha valutato la situazione convincendosi che il programma è utile. Obama ha ribadito che attraverso la raccolta di questi, che ha definito "metadata" (dati 'esterni' sulle comunicazioni e non sul loro contenuto), si possono scongiurare attentati terroristici. "Non potete avere il 100% di sicurezza e quindi il 100% di privacy e nessun problema", ha proseguito, rassicurando di nuovo gli americani sul fatto che, "nessuno sta ascoltando le vostre telefonate. Questo non e' l'obiettivo di questo programma" spiare chiamate cellulari android simbyan
     Il programma è legale e limitatoIl programma di raccolta di dati da parte dell'intelligence "non era segreto, ma riservato", è "legale e limitato" e rispetta la costituzione: lo ha detto il presidente americano, Barack Obama, a proposito del 'datagate', sottolineando come non valuti positivamente le fughe di notizie. spiare chiamate cellulari android simbyan


    Visita il nostro sito per lo spionaggio e la difesa della privacy spyproject.com