giovedì 20 gennaio 2011

intercettazione dati personali internet

Troppa facilità nell'affidarci alla sicurezza della rete internet

realizzazione e indicizzazione di siti web aziendali e professionali grafica a scelta visite assicurate
vasta scelta di software per cellulari spia consulta il sito oppure chiama il 328 156 6225

Gli italiani si fidano di Internet, forse troppo. Una nuova indagine dell'UNICRI - United Nations Interregional Crime and Justice Research Institute, realizzata per conto di Cpp Italia, rivela che ben il 48,4% dei nostri connazionali tende a divulgare informazioni personali attraverso la rete piuttosto che via telefono (26,4%) o con altre modalità. E se l'80% degli intervistati, tutti di età compresa tra i 25 e i 60 anni, si dice consapevole dei rischi che può correre in Rete, ad esporsi al furto di importanti dati personali è ben il 25, 9% dei navigatori italiani. Nome, cognome, indirizzo e-mail, numeri di telefono, ma anche di carte di credito: il pericolo riguarda un italiano su quattro.

Eppure sono in pochi a conoscere il vero significato del ''furto d'identità'' e assai di rado si conoscono i metodi per reperire informazioni a riguardo (19,3%) o correre ai ripari. In un Paese sempre più ''online'', si tratta di tati allarmanti, soprattutto ora che i social network e le community stanno attirando in Rete un numero sempre maggiore di persone.
fonte jugo.it

Nessun commento:

Posta un commento